I soggetti vulnerabili nei processi migratori: la protezione internazionale tra teoria e prassi

5/04/2020 da

I contributi raccolti in questo volume affrontano, da diverse prospettive di analisi, il fenomeno della protezione internazionale, oggi al centro del dibattito pubblico. Attraverso la lente offerta dalla categoria, pur controversa, della vulnerabilità, intesa sia come condizione universale degli esseri umani, sia come condizione particolare di ciascun individuo, tale fenomeno viene analizzato soprattutto nelle sue dinamiche istituzionali e negli effetti che queste sortiscono sui soggetti protagonisti dei processi migratori. In quest’ottica, la riflessione che lega i vari contributi segna una presa di distanza dall’idea che la vulnerabilità possa essere considerata una prerogativa esclusiva di determinate categorie o gruppi di soggetti (come le donne vittime di tratta o i minori stranieri non accompagnati), mentre è accomunata dalla convinzione che essa sia in larga parte dipendente da meccanismi di violenza e di discriminazione sociale che il diritto dovrebbe contribuire a rimuovere e invece spesso alimenta, ad esempio attraverso politiche che favoriscono l’immigrazione irregolare. L’obiettivo del lavoro è aggiungere un tassello a quella già ampia riflessione scientifica impegnata a fornire una ricostruzione del fenomeno migratorio alternativa rispetto a quella veicolata dalla retorica sicuritaria, nella consapevolezza della sua complessità e del suo carattere ormai strutturale nelle nostre società.

 

Leggi la scheda del libro

Editore: Giappichelli, Torino

A cura di Isabel Fanlo Cortés, Daniele Ferrari

Pagine: 256

ISBN: 9788892130340

Anno di pubblicazione 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *