Prima i bambini : il principio dei best interests of the child nella prospettiva costituzionale

1/03/2020 da

Il principio del superiore interesse del minore si ritrova ovunque: nelle carte internazionali e sovranazionali dei diritti, nella legislazione, nel dibattito parlamentare, nei discorsi giornalistici e in ogni provvedimento giurisdizionale che si occupa della situazione di un bambino o di un adolescente.
È un argomento efficace, perché basta richiamarlo per mettere tutti a tacere.
Chi oserebbe sostenere che il bene degli adulti viene prima di quello dei bambini?
È un abito buono per tutte le stagioni e per tutte le occasioni, perché su ciò che è davvero meglio per un bambino le opinioni sono le più varie. Il principio non serve forse a sostenere una soluzione e anche il suo contrario?
È, infine, un ottimo pretesto per giustificare decisioni che realizzano anche o soprattutto interessi diversi, sui quali tuttavia sarebbe molto più difficile raccogliere consenso.
Una corretta interpretazione costituzionale non contempla la tirannia di un diritto o di un valore su tutti gli altri e guarda con sospetto la retorica dei diritti dei bambini che fa leva sul principio del superiore interesse del minore.
Le armi con cui il volume affronta e combatte l’uso retorico del principio sono l’analisi del paradigma dei best interests of the child nella tradizione anglo-americana dei childrens’s rights, l’indagine circa la sua possibile collocazione all’interno della tradizione europeo-continentale dei diritti e la descrizione di come esso effettivamente opera nella giurisprudenza delle corti europee di Strasburgo e di Lussemburgo.

Leggi la scheda del libro

Editore: Franco Angeli, Milano

Autrice: Elisabetta Lamarque

Pagine: 150

ISBN: 9788891740595

Anno di pubblicazione 2016

Articoli correlati

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *