Democrazia elettronica. Teoria e tecniche

21/10/2018 da

La credenza diffusa circa il potenziale democratico immanente alle tecnologie digitali è sempre più spesso smentita da chi le vede principalmente nella loro guisa di frecce all’arco dei populisti: demagoghi particolarmente abili ad accattivarsi il consenso delle masse grazie a fake news, teorie del complotto virali, bolle informative e polarizzazione d’una sfera pubblica assai lontana dagli idilli dialettici vagheggiati dai teorici della partecipazione deliberativa.

Criticando sia i pregiudizi che imputano a Internet la presunta crisi della democrazia rappresentativa sia la visione irenica della e-democracy come incarnazione di una portentosa intelligenza della rete ricognitiva del bene comune, questo libro propone una teoria intesa a valutare le potenzialità, i rischi e gli inconvenienti delle varie e multiformi tecniche della democrazia elettronica, con particolare riguardo a quelle finora sperimentate o messe in pratica.

A tal fine, si offre un apparato analitico rivolto a determinare se e in quale misura tali tecniche siano apprezzabili in ragione degli stessi valori che ci fanno apprezzare l’autogoverno del demos, o siano piuttosto degli strumenti di democrazia eterodiretta che, dietro le apparenze della partecipazione digitalmente mediata dei cittadini alle scelte politiche, celano il potere autocratico, arbitrario e d’ultima istanza di chi in qualche modo controlli il medium tecnico usato per adottarle.

 

Leggi la scheda del libro

Editore: ETS, Pisa

Autore: Gianmarco Gometz

ISBN 9788846750631

Pagine: 220

Anno di pubblicazione 2017

 

Articoli correlati

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *